ROBERT PATTINSON_FANSPAGE BLOG

Rob sulla cover di Premiere (Francia) – NUOVO Photoshoot e Intervista – ITA&ENG/ Rob on the cover of Premiere (France) – NEW Photoshoot and Interview – ITA&ENG

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!!!!!!

ROOOOOOOOOOOOOOB!!!!!!

 

Scan alla fine del post-Scans in the end of the post 🙂
Traduzione italiana di Sara robpattzlovers
VERSIONE ITALIANA – ITALIAN VERSION
“Le riprese di Cosmopolis con Cronenberg hanno cambiato qualcosa in me. Mi hanno dato palle”
Sono le 13:30 nelle sale della Solo House, un club privato sulla Sunset Boulevard di Los Angeles, solo per i membri… Se la padrona di casa ci ha lasciati in ascensore con un sorriso, è perché abbiamo pronunciato le parole magiche: «Noi abbiamo un incontro con Robert Pattinson alle 14.». Sorpresa, anche l’attore arriva 30 minuti in anticipo… con una barba folta. Egli non ha lasciato crescere la barba per liberarsi dei paparazzi ma per preparare se stesso per un prossimo ruolo in un film, The Band. Ma il progetto che ci riunisce oggi è Cosmopolis, l’adattamento del romanzo di Don DeLillo di David Cronenberg. Film shock elettrico che è destinato ad essere al Festival di Cannes quest’anno.Il regista canadese ha sorpreso tutti dando il ruolo di Eric Packer alla stella Twilight. Questo milionario di 28 anni di New York che decide di viaggiare attraverso la città nella sua limousine, per poter tagliare i capelli, mentre manifestazioni creano il caos per le strade e le minacce sono sospese sopra la testa del milionario.


Un viaggio all’inferno che lo cambierà per sempre, ‘lui’ potrebbe applicarsi pure a Pattinson, che offre una prestazione scioccante con un tempismo perfetto. Metà novembre, quando l’ultimo film di Twilight sarà uscito, le teenager che amano Rob possono sicuramente mollare il ricordo del suo personaggio, per fa prendere il posto a quello rivelato da Cosmopolis. La trasformazione comincia adesso!


P: Rob, l’ultima volta che abbiamo parlato, stavi per finire le riprese di  Cosmopolis e mi hai detto: ‘non ho capito cosa stessimo facendo e quando l’ho chiesto a David, di cosa si trattasse, mi ha detto:’ non lo so, non ci interessa’. Ma dopo aver visto il film, l’ho trovato estremamente chiaro.
RP: Durante la prima proiezione, ero solo e ne sono uscito perplesso. A quel tempo, la musica non era ancora registrata nel mio cervello. Poi ho visto il film di nuovo con altre persone e sono rimasto davvero colpito. Non riuscivo a smettere di ridere e ho pensato: “Oh, bene adesso funziona (ride)” Non vedo l’ora di vedere come reagirà il pubblico. E’ la prima volta che posso guardare qualcosa che ho fatto come ‘un film’, forse perché Cosmopolis appartiene interamente a David Cronenberg. E’ davvero il ‘suo’ film.

Continue… ITA & ENG

P: E’ anche il tuo, cerchiamo di essere realisti…
RP: E’ puramente di Cronenberg, non c’è dubbio. La maggior parte dei registi cercano di prenderti per mano e dirti: ‘Ti sto aiutando ad andare dove devi andare’. David filma una scena e poi: ‘Ok, va bene, andiamo avanti!’ Ma è davvero sensibile alle performance degli attori, non ti da molte istruzioni, ma ha una precisione inquietante. Non gli sfugge nulla, è sufficiente che tu perda l’attenzione per un attimo e lui se ne accorge subito. E’ quasi inquietante lavorare con qualcuno come lui. Al party di chiusura, gli ho chiesto se aveva visto alcune scene modificate e lui mi ha detto che aveva visto tutto il film! L’aveva già curato. Mi sono subito incuriosito e gli ho chiesto ‘Allora, sai di cosa si tratta?’, ‘Niente affatto, ma va bene, è divertente.’ Mi ha poi citato Fellini, affermando che un film è morto quando non si sollevano più questioni .
Sul set, David era attratto dalla confusione di attori più esperti, come Paul Giamatti.

P: Il regista, si suppone, che abbia un vantaggio …
RP: E lui non deve anche temere nulla. Non ho mai lavorato con uno sceneggiatore che avesse questa fiducia nelle sue capacità. Se era bloccato sul modo per girare una scena, faceva qualcosa d’altro. Sapeva a memoria il copione. E’ snervante in un primo momento, ma visto che sono in ogni scena ho memorizzato tutto lo script anch’io, come un gioco.

P: E’ salutare per un attore avere paura, non è vero?
RP: Il primo giorno di riprese, non mi mettevo in mostra. Mentre ci stavamo preparando per il primo ciak, Sarah Gadon (che interpreta sua moglie) mi ha chiesto: ‘Allora, come ti sei preparato per il tuo ruolo?’ E io sono sceno dalla limousine veramente incazzato e gridai: “Come osi giudicarmi, stai cercando di testarmi o qualcosa del genere” * Ride *

P: Cronenberg ci ha detto che eri molto stressato per le riprese del film …
RP: Stavo attraversando una fase in cui stavo cercando di determinare ciò che potevo compiere o meno come attore. E’ ancora più complicato quando sai di avere un passato, e le persone come David non prestano attenzione su ciò.

P: Ho consigliato a David di vedere l’ultimo film di Twilight, che è quasi alla ‘Cronenberg’ in alcuni momenti …
RP: * ride * Non posso credere che ci sia ancora un altro film da far uscire (Breaking Dawn Parte 2 uscirà il 14 novembre) e ho alcune nuove riprese da fare in pochi giorni.

P: Hai pensato che Twilight te lo fossi lasciato alle spalle?
RP: Sì, io non sono la stessa cosa perché ero all’inizio. In primo luogo, io sono più vecchio … Quando devo andare sulla sedia per il trucco, vedo tutte quelle rughe che sono venute con il tempo, è spaventoso. Sono pure ingrassato molto. Dal momento che non avevo alcun vestito quando abbiamo girato il primo film, ne ho rubati alcuni quando abbiamo finito e alcuni possono indossarli in ogni momento!

P: La prima volta che sei andato a Cannes nel 2000, si innescò una rissa sulla spiaggia, dove 700 fan stavano aspettandti. La sicurezza doveva portarti fuori dalla tua auto per tirarti fuori di lì …
RP: Quest’anno nessuno si accorgerà di me: ‘Non ci importa, lui non è in The Hunger Games!’ * Ride *

P: E sembra che tu abbia un appuntamento con uno dei tuoi co-star di Twilight sulla Croisette, dal momento che anche Kristen Stewart sarà lì per On The Road. Il Festival sembra quasi il giorno della laurea …
RP: Sono entusiasto di andare. Le riprese di Cosmopolis con Cronenberg hanno cambiato qualcosa in me. Mi hanno dato le palle. * Ride * Ho 5 progetti in attesa fin da ora che possono farmi seguire il percorso che il film ha aperto per me. Prima, ho trascorso il mio tempo a dubitare di me stesso. Appena leggevo una sceneggiatura che mi piaceva, ci meditavo su, chiedendomi se fossi abbastanza bravo. Ora, mi dico: ‘Fanculo! Se vogliono assumermi, vado! ”

PREMIERE: Non hai girato molti film da Cosmopolis, come se stessi in attesa di altre offerte che il film ti potesse portare. E ‘questo il caso?
ROB: Più o meno. Breaking Dawn mi ha impegnato fino alla fine dell’anno e non ci sono un sacco di film girati in inverno. E’ iniziato il panico tre mesi fa, ma in quel momento tutti i progetti si sono avviati. Se tutto va bene, vorrei iniziare le riprese in autunno.

PREMIERE: Due anni fa, sembrava sorpreso che alcune persone potessero assumerti per alcuni film e hai detto che avresti continuato a recitare fino a quando ti avessero dato questa opportunità. Sento che il tuo modo di pensare alla recitazione è cambiato. Ora sai dove vuoi andare.
ROB: Ho sempre voluto fare buoni film. Ma prima, ero più il tipo che dopo essersi ubriacato diceva: “Se alla gente non piaccio, possono andare a farsi fottere” (Ridendo) E ‘diverso oggi: Voglio che le persone che io rispetto, mi rispettino. Sembra facile quando si dice che così, ma a volte, c’è bisogno di tempo per capire che avere il rispetto degli altri è ciò che ha più importanza. E non lamentarsi che non si farà successo. Quando David è uscito dal nulla per chiedermi di far parte di Cosmopolis, gli ho fatto tonnellate di domande. Volevo sapere assolutamente ciò che avesse visto in me, e che cosa pensasse di me … Ma non poteva rispondermi.

PREMIERE: Il teaser trailer di Cosmopolis ha avuto l’effetto di una bomba, su internet …
ROB: ho fatto film per 8 anni e mi hanno criticato spesso e tutto ad un tratto, questo teaser viene rilasciato e tutti sono entusiasti. “Sembra grande! La sua recitazione è buona qui” E ‘ridicolo! E ‘quello che ti fa capire come lavora la mente critica di alcune persone.

PREMIERE: La maggior parte dei critici hanno criticato la tua recitazione senza averti mai visto in nessun film. E tu eri buono in Twilight!
ROB: In alcune scene forse … Ho provato comunque .. Vorrei fare una domanda a quelle persone che pensano che io abbia appena iniziato a recitare bene: Cosa pensate che stessi facendo in Twilight? Pensate che io mi comporti così naturalmente? No, ho dovuto prendere decisioni come attore. Trovo divertente quando leggo cose del genere (usa una voce drammatica) “In Cosmopolis finalmente potrà dimostrare che può recitare?” Che cosa significa?

PREMIERE: Prima è stato scoperto da Burton & Fincher, Johnny Depp e Brad Pitt sono stati più o meno conosciuti come ‘belle facce “. Sento come se la stessa cosa stia capitando anche te con Cosmopolis.
ROB: La buona notizia è che il modo in cui l’industria percepisce l’attore sta cambiando, anche se Brad Pitt è per me, uno degli attori più ingiustamente sottovalutati in tutto il mondo. Non è stato premiato abbastanza, e non ha mai fornito una prestazione negativa. Al giorno d’oggi, nessuno vuole fare teatro per gli adulti, perché la gente dice di no, e non va a vederli. Nessuno. Tranne Brad Pitt. Perchè ha una carriera alle spalle. Dobbiamo ancora vedere quel tipo di film nel mondo dei film indipendenti, ma quei drammi, fatti da star sono quasi scomparsi. Deve essere perché quelle star hanno perso la loro parte di mistero. Come puoi interpretare un ruolo del genere se la gente sa tutto di te e della tua vita?

PREMIERE: Prima, attori di talento si stavano trasformando in grandi stelle. Al giorno d’oggi, si diventa una star prima di aver avuto il tempo di dimostrare che sia un attore di talento.
ROB: La celebrità è l’unica cosa a cui possiamo accedere senza avere alcuna qualifica. E quando si ha il coraggio di dire qualcosa di negativo sulla fama ai media, si è certi che si stanno dicendo un sacco di stronzate. La gente non vuole sentir parlarne affatto. Non è gelosia, è solo che non vogliono che tu distrugga i loro sogni.

PREMIERE: Dovi mantenere l’illusione, non importa il prezzo …
ROB: Il paradosso è che vogliono mantenerla e frantumarla allo stesso tempo accumulando quante più cose possibili sulla tua vita privata.

PREMIERE: Mi sbaglio o sembra che tu stia andando a prediligere progetti ambiziosi, senza rinunciare alle sirene di Hollywood?
ROB: E ‘quasi più pericoloso di tentare l’avventura di Hollywood, in effetti. Recentemente, ho letto la sceneggiatura per un film del grande valore di 80 milioni di dollari che mi è piaciuta molto. Era la prima volta che uno studio mi mandava uno script che mi piaceva ed ero molto eccitato. Mi dicevo: “Questo è valido, ho finalmente il campione d’incassi che stavo cercando!” Ma quando sono andato alla riunione, mi hanno detto che ero troppo segnato da Twilight e che non sarebbe stato possibile. Sono rimasto deluso. Poi ho letto la sceneggiatura di nuovo e mi sono reso conto che, alla fine, non era così buono. (Ride)

PREMIERE: E’ come se il destino stia cercando di dirti qualcosa …
ROB: Possibile. Si dice spesso che è necessario alternare i progetti che si fanno per assecondare te stesso e quelli per assecondare gli studi. Ma io non credo a ciò. Se si decide di fare un film di merda .. beh, hai appena fatto un film di merda. Il denaro che farà al box office non cambierà niente di che. E il successo non è mai una cosa sicura: guarda “wrath of the titans”, che proprio non riuscito al B.O ..

PREMIERE: hai mai provato ad accettare un ruolo per soldi?
ROB: Sì. Ma qualcosa è successo sempre all’ultimo minuto e alla fine non è successo. Certo, ho fatto cinque Twilight, ma non l’ho mai fatto per i soldi, anche se avrei trovato davvero ingiusto lasciare che i soldi andassero a qualcun altro. (Ride). Ho imparato una cosa e cioè che tutto ciò che ti fa vincere i soldi non è mai “gratuito”. Mi sento come se, più soldi si guadagnano, più hai problemi maggiori. Come .. di sbarrare la propria casa per esempio. Quando qualcuno mi dice: “Ma è solo un film”, voglio dire loro: “Sì, ma è possibile che io paghi per il resto della mia vita”

PREMIERE: E ‘difficile riavere la tua anima indietro una volta che l’hai venduta.
ROB: Specialmente a Hollywood, dove tutti ti giudicano. Ho sempre ammirato Nicolas Cage, che ha sempre fatto quello che voleva con la sua carriera senza preoccuparsi di ciò che gli altri pensassero. E dopo 15 anni, hanno finalmente capito che era un genio. Egli non è solo uno degli attori più affascinanti del mondo, ma è anche un vero artista.

PREMIERE: L’ostilità che con Twilight hai ricevuto ti ha portato a non vivere la tua vita in base a come le persone ti percepiscono ..
ROB: Quando improvvisamente si diventa famosi, non si ha alcun controllo su ciò che la gente pensa di te comunque. È necessario imparare a combattere la tempesta, soprattutto quando si capisce che sei solo una pedina all’interno di una macchina enorme. Quando si fanno interviste, uno dopo l’altra, per promuovere un film, ma nessuno ti chiede  del tuo lavoro, alla fine ti chiedi se sei davvero un attore. Mi capita spesso di finire di fronte a persone che probabilmente non hanno mai visto i film della saga di Twilight e vogliono solo sapere cosa voglia dire essere una celebrità .. “La gente ti riconosce per la strada, cercano di scattarti foto e che è davvero strano, Qui si va a parare..”
Cio che dico ad esempio è quello che è capitato a me in spiaggia non molto tempo fa.
Stavo cercando di imparare a fare surf – sovrapensiero ho guardato come un idiota, non potevo nemmeno immaginarmelo… Ho realizzato di aver visto i paparazzi intenti a rubare mie foto nascosti dietro le rocce. Quando ho avuto la conferma che ci fossero, il mio corpo ha agito d’impulso e mi sono imbattuto nella loro direzione. Ma nel mezzo della mia corsa, ho iniziato a chiedermi cosa avrei fatto una volta che fossi stato di fronte a quei ragazzi. Non avevo paura di essere picchiato, ma avevo paura di finire in tribunale se avessi colpito uno di loro. Fortunatamente, quei tali erano codardi e se ne sono andati immediatamente. Non ho idea di cosa sarebbe successo se non fossero andati via.”

PREMIERE: La buona notizia è che l’isteria finirà presto …
ROB: Sto per compiere 26 anni e posso dirti che sto iniziando a spaventarmi che sto facendo successo con le ragazze di 13 anni. Spesso mi chiedo come ora le cose cambieranno.

PREMIERE: Le cose cambieranno a partire da questo mese, quando il pubblico scoprirà Cosmopolis.
ROB: mi sono sempre sentito come se la gente giudicasse le mie prestazioni d’attore come se fossi ad American Idol. Abbiamo bisogno dei pianti e delle urla molto forti delle persone ed è una cosa buona. Ma sto cercando di non illudermi.

PREMIERE: Sono sorpreso che tu sia ancora in grado di mantenere la testa sulle spalle. Ti sei mai trovato a comportarti come una star / divo?
ROB: Sarebbe stato diverso se la gente avesse continuato a dirmi che ero un genio tutto il giorno, ma non è questo il caso.
All’inizio, ho cercato di sfondare come modello, senza che mi fosse stato offerto un unico lavoro.
Quando hai fatto più di 2, 000 provini e il ragazzo di fronte a te non ti ha nemmeno guardato una volta negli occhi, guardando la tua foto uno dopo l’altro dice “No, no ..” in tono disgustato, si finisce per essere immune a un sacco di cose.

Premiere FR site

     Stella di Cosmopolis, il nuovo film di David Cronenberg, in concorso a Cannes, RP partecipa consenziente ad un servizio fotografico pazzesco che è durato 13 ore! Per saperne di più nel numero di maggio.

In generale, quando si organizza un servizio fotografico con un attore, il cui film fa più di 2,7 miliardi di dollari in tutto il mondo tutto è programmato per l’ultimo minuto, soprattutto se l’attore arriva in ritardo, tutto deve essere iniziato da capo. Dico ‘in generale’, perché tutto questo non si applica a Robert Pattinson!

E ‘alla fine della nostra intervista che l’attore esce con l’idea di un servizio fotografico dedicato al film di David Cronenberg. Come un omaggio al suo rispetto per il regista, che con la sua fusione in Cosmopolis, gli ha offerto non solo un passaporto per il dopo di Twilight, ma anche l’opportunità di venire a festeggiare il suo ingresso nell’età adulta, sui gradini di Cannes il 25 maggio.

Dire che è stato coinvolto nella realizzazione del servizio fotografico è un eufemismo. Le prime immagini di Scanners e Videodrome che abbiamo preparato per lui come una fonte di ispirazione per le istantanee future è tornato da noi con un commento inaspettato: Rob era dispiaciuto che non fossero più audaci, volendo spingere tutti i limiti con questa ripresa – la completa contrario di ciò che qualcuno nella sua posizione avrebbe chiesto. Due giorni dopo, il fotografo Hazel Eliot Lee e il suo equipaggio – strano per questo tipo di scatto (uno speciale effetto makeup artist, una donna incinta …) – si sono incontrati in un hotel in nel centro di Los Angeles per dare il via libera di questa ripresa che è durata esattamente 13 ore.

Dopo aver visto i risultati di questa ripresa, siamo pronti a scommettere che non si guarderà Robert Pattinson di nuovo nello stesso modo.

ENGLISH VERSION – VERSIONE INGLESE

Translation (Page 1 thanks to Sonia)

“Filming Cosmopolis with Cronenberg changed something in me. It gave me balls”

It’s 1:30pm in the halls of the Solo House, a private club on Sunset Boulevard in Los Angeles, Members only … If the hostess let us in the elevator with a smile, it’s because we prononce the magic words :’ We have a meeting with Robert Pattinson at 2pm.’. Surprise, the actor arrives too 30 minutes in advance … with a heay beard. he didndt let it grow to throw off the paparazzis but to prepare himself for a next role in a movie about a rock back, The Band. But the project that reunites us today is Cosmopolis, the adaptation of Don DeLillo’s novel for david Cronenberg. Electric shock movie set to be at Cannes this year.The Canadian director surprised everyone by giving out the role of Eric Packer to the Twilight star. This 28 years old yuppie from New York that decides to travel through the city in his limo so he can get a haircut, while demonstrations makes chaos prevail in the streets and threats are hanging over the millionaire’s head.

A ride to hell that will change him forever, the ‘him’ could apply to Pattinson as well, who delivers a shocking performance with a perfect timing. Mid-November, when the last Twilight movie will be out, the teen hearthrob can definitely let the grown up actor, revealed by Cosmopolis, take his place. The transformation starts now!

P: Rob, last time we talked, you were coming out of the Cosmopolis shooting and you told me: ‘I didn’t understand what we were doing and when I asked David, what it was about, he told me: ‘I don’t know, we don’t care’. But after seeing the movie, I found it extremely clear.
RP: For the first screening, I was alone and I came out of it puzzled. At that time, the music didn’t register in my brain yet. I then saw the movie again with other people and they were really responsive. They couldn’t stop laughing and I thought: “Oh, well it works afer all (laughs)” I can’t wait to see how the audience will react to it. It’s the first time I can watch something I made as ‘a movie’ maybe because Cosmopolis belongs entirely to David Cronenberg. It’s really his movie.

P: It’s yours too, let’s be real …
RP: It’s still pure Cronenberg, there’s no doubt about it. Most directors try to take you by the hand and tell you: ‘I’m gonna help you go where you need to go’. David films a scene and then go: ‘Ok, that’s good, let’s move on!’ But he’s really sensible to the actors’ performances, he’s not going to give you a lot of instructions but he has an uncanny accuracy. Nothing escapes him, you just need to lose your focus for a second and he notices right away. It’s almost unsettling to work with someone like this. At the wrap party, I asked him if he saw some edited scenes and he told me he saw the whole movie! He already edited it. Since I was so curious, I asked him, ‘So, do you know what it is about?’ ‘Not at all, but it’s good, it’s funny.’ He then quoted Fellini to me, asserting that a movie is dead when it doesn’t raise questions anymore.
On the set, David was delighted by the confusion that ruled, including among te more experienced actor, like Paul Giamatti.

P: The director is supposed to have a head start …
RP: And he’s supposed to fear nothing as well. I never worked with a screenwriter who was this confident in his abilities. If he was stuck on a way to film a scene, he did something else. He knew the script by heart so he could afford it. It was kind of unnerving at first, but since I’m in every scene I memorized the whole script, like a play.

P: It’s healthy for an actor to be fearful, isn’t it?
RP: On the first day of shooting, I wasn’t showing off. While we were getting ready for the first shot, Sarah Gadon (who plays his wife) asked me: ‘So how did you prepare for your role?’ I broke down and left the limo really pissed off and yelled: “How dare you judge me like that? Are you trying to test me or something?” *laughs*

P: Cronenberg told us that you were stressing out about filming the movie …
RP: I’m going through a phase were I’m trying to determine what I can accomplish or not as an actor. It’s even more complexe when you know you have a past, even though people like David don’t pay any attention to it.

P: I recommend David to see the last Twilight movie, that is almost ‘Cronenbergian’ at some times …
RP: *laughs* I can’t believe there’s still one more to come (Breaking Dawn Pt 2 is out November 14th) and I have some reshoots to do in a few days.

P: You thought Twilight was behind you?
RP: Yes, I’m not the same as I was at the beginning. First, I’m older … When I have to go on the makeup chair, I see all those wrinkles that came with time, it’s scary. I thickened/filled out too. Since I didn’t have any clothes when we shot the first movie, I stole some from the movie when we done and I can fit any them anymore!

P: When you first went to Cannes in 2009, you triggered off a riot on the beach where 700 fans were waiting for you. The security had to carry you out to your car to get you out of there …
P: This year they won’t even notice me: ‘We don’t care, he’s not in The Hunger Games!’ *laughs*

P: It is looks like you have a date with one of your Twilight costar on la croisette, since Kristen Stewart will be there for On The Road too. The Festival almost looks like graduation day …
RP: I’m thrilled to go. Filming Cosmopolis with Cronenberg changed something in me. It gave me balls. *laughs* I have 5 projects lining up right now that follow the path the movie opened for me. Before, I spent my time doubting myself. As soon as I read a script that I liked, I was working myself up, asking myself if I was good enough. Now, I tell myself: ‘Fuck it! If they want to hire you, go!”

Rest of the interview thanks to SomeLostBliss

PREMIERE: You haven’t shot any movie since Cosmopolis, as if you were waiting for more offers that the movie would bring you. Is that the case, here?
ROB: More or less. Breaking Dawn had me busy till the end of the year & there are not a lot of movies shot in the winter. I started panicking three months ago, but that’s when all those projects started to come. If everything goes well, I will start shooting in the fall.

PREMIERE:Two years ago, you seemed surprised that some people would hire you for certain movies & you said that you would still act as long as you would have that opportunity. I feel like the way you think about acting has changed. Now you know where you want to go.
ROB: I’ve always wanted to make good movies. But before, I was more the type to get drunk & say: “If people don’t like me, they can go fuck themselves!” (laughing) It’s different nowadays : I want the people that I respect to respect me as well. It seems easy when you say it like that, but sometimes, you need time to undertsnad that having the respect of others is what is the most important. And whining about it won’t make you succeed. When David came out of nowhere to ask me to be a part of Cosmopolis, I asked him tons of questions. I wanted to know absolutely what he has seen in me, what he thought about me… But he couldn’t answer me.

PREMIERE: The Cosmopolis teaser had the effect of a bomb on the internet…
ROB: I’ve been doing movie for 8 years & I’ve been criticized often & all of a sudden, this teaser is released & everyone is excited. “It looks great! His acting is good in it!” It’s ridiculous! It’s what makes you understand how the critical mind of some people work.

PREMIERE: Most of the critics said you sucked without having seen you in any movies. And you were good in Twilight!
ROB: In some scenes maybe… I tried anyway.. I’d like to ask a question to those people who think I just started acting well: What do you think I was doing in twilight? Do they think it’s how I act naturally? No, I had to take decisions as an actor. I find it funny when I read stuff like (He uses a dramatic voice) “Will Cosmopolis finally prove that he can act?” What does that even mean?

PREMIERE: Before he was discovered by Burton & Fincher, Johnny Depp & Brad Pitt were more or less known as ‘pretty faces’. I feel like the same thing is happening to you with Cosmopolis.
ROB: The good news is that the way the industry perceives actor is changing, even if Brad Pitt is to me, one of the most unfairly underestimated actor in the world. It’s not said enough but he never delivered a bad performance. Nowadays, no one wants to make drama for adults because people say no one is going to see them. No one. Except Brad Pitt. It’s how you make a carreer last. We still see those kind of movies in the world of independant movies, but those dramas, held by stars have almost disappeared. It must be because those stars lost their part of mystery. How do you want to play roles like that if people know everyone about you & your life?

PREMIERE: Before, talented actors were turning into big stars. Nowadays, we become a star before we’ve had time to prove that we’re a talented actor.
ROB: Celebrity is one of the only thing that we can access without having any qualification. And when you dare to say something negative about fame in the media, you’re sure that you’re going to get a lot of crap. People don’t want to hear about that at all. It’s not jealousy, it’s just that they don’t want you to shatter their dreams.

PREMIERE: You have to maintain the illusion, no matter the price…
ROB: The paradoxe is that they want to maintain it & shatter it at the same time by accumulating as many things as possible about your private life.

PREMIERE: Am I wrong or it seems like you’re going to favour ambitious projects, without giving up to the Hollywood sirens?
ROB: It’s almost more dangerous to try the Hollywood adventure, in fact. Recently, I read the script for a big movie worth 80 million dollars that I liked a lot. it was the first time a studio was sending me a script that I liked and I was really excited. I was telling myself: “This is it, I finally have that cool blockbuster that i was looking for!” But when I went to the meeting, I was told that I was too marked by Twilight & that it wouldn’t be possible. I was disappointed. Then I read the script again & realized that, in the end, it wasn’t that good. (laughing)

PREMIERE: It’s like destiny was trying to tell you something…
ROB: Possible. It’s said often that you need to alternate the projects that you do for yourself & the ones you do for the studios. But I don’t believe that. If you shoot a shitty film.. well, you just made a shitty film. The money it will make at the box office won’t change a thing about that. And success is never a sure thing: look at “wrath of the titans” which just failed at the B.O…

PREMIERE: Have you ever tried to accept a role for money?
ROB: Yes. But something always happened at the last minute & it ended up not happening. Of course, I’ve done five Twilight, but I never did that for the money, even if I would have found that really unfair to let that money go to somebody else. (laughing). I learned one thing & that is that everything that makes you win money is never “free”. I feel like, the more money you gain, the more problems you have on the side. Like.. to barricade your house for example. When someone tells me: “But it’s just a movie!”, I want to tell them: “Yes, but you can pay it for the rest of my life!”

PREMIERE: It’s hard to get your soul back once you’ve sold it.
ROB: Especially in Hollywood, where everyone is judging you. I’ve always admired Nicolas Cage, who always did whatever he wanted with his carred without caring about what others thought about it. And after 15 years, they finally realized that he was a genius. He’s not only one of the most fascinating actors in the world, but he’s also a real artist.

PREMIERE: The hostility that Twilight received might have made you used to not live your life according to how people perceive you..
ROB: When you suddenly become known, you have no control over what people think of you anyway. You need to learn how to fight the storm, especially when you understand that you’re just a pawn within an enormous machine.

ROB: When you’re doing interviews, one after the other, to promote a movie but no one asks you about your work, you end wondering if you’r even an actor. I often ended up in front of people who had probably never seen any Twilight & only wanted to know what it was like to be a celebrity.. “People recognize you in the street, they take your picture all the time & it’s really weird, Here you go..”
While i’m talking about that, something happening to me at the beach not long agao. I was trying to learn how to surf – So I looked like an idiot, you can’t even imagine -, when I thought I had seen paps, trying to hide behind rocks. When I got the confirmation, my body acted on impulse & I ran in their direction. But in the middle of my run, I started asking myself what I would do once I was in front of those guys. I wasn’t afraid of being beaten up, what you would be scared of in those kind of situations, but I was scared of ending up in court if I hit one of them. Fortunately, Those paps were such cowards that they left immediately. I have no idea what would have happened if they had not left.

PREMIERE: The good news is that the hysteria will be over soon…
ROB: I’m going to be 26 & I can tell you that it’s starting to freak me out that I’m appealing to girls that are 13 yo. I’m often wondering how things will change now.

PREMIERE: Things will change starting this months, when the public will discover Cosmopolis.
ROB: I’ve always felt like people judged the performance of actos as if we were in American Idol. That we need to cry or sream really loudly for people to find you good. That way, I’m trying not to delude myself.

PREMIERE: I’m surprised that you’re still able to keep your head on your shoulder. Have you ever found yourself acting like a star/diva?
ROB: It might have been different if people kept telling me I was a genius all day long, but that’s not the case.
At the beginning, I tried to break through as a model, withouth being offered a single job. When you’ve done more that 2, 000 castings & the guy in front of you doesn’t even look at you once in the eyes, looking at your pictures one after the other while saying “No, no..” in a disgusted tone, you end up being immuned to a lot of things.

A little more from the photoshoot/interview from Premiere FR site Translation thanks to Sonia

Star of Cosmopolis, the new movie by David Cronenberg, in competition at Cannes, RP was a willing participant to a crazy photoshoot that lasted 13 hours! Find out more in the May issue.

In general, when you organize a photoshoot with an actor, whose movies made more than 2.7 billion of dollars all over the world, you except someone cold and shy, someone with a controled image and with a safeguard. Everything is timed to the last minute, especially if the actor arrives late, everything has to be started over again. I say ‘in general’ because all of this doesn’t apply to Robert Pattinson!

It’s at the end of our interview that the actor comes up with the idea of a photoshoot dedicated to David Cronenberg’s movies. Like an hommage to his respect for the filmmaker, who by casting him in Cosmopolis, offered him not only a passport for after Twilight but aslo the opportunity to come and celebrate his entry to the adulte age, on the steps of Cannes on May 25th.

To say that he got involved in the making of the photoshoot is an euphemism. The first images of Scanners and Videodrome we prepared for him as an inspiration for the future snapshots came back to us with an unexepected commentary: Rob was sorry that they weren’t more daring, wanting to push all the limits with this shoot – the complete opposite of what someone in his position would have asked. Two days later, the photograph Eliot Lee Hazel and his crew – sort of strange for this kind of shoot (a special effect makeup artist, a pregnant lady …) – met in a glummy hotel in downtown L.A. to give the go-ahead of this shoot that lasted for exactly 13 hours.

After seeing the results of this shoot, we’re ready to bet that you won’t look at Robert Pattinson the same way again. That the last pretence who might still weigh on the actor will fly away as fast as they appeared.

ImageBam image upload ImageBam image upload ImageBam image upload ImageBam image upload ImageBam image upload ImageBam image upload ImageBam image upload ImageBam image upload ImageBam image upload ImageBam image upload ImageBam image uploadImageBam image upload ImageBam image uploadImageBam image upload imagebam.com

Magazine qui-here | Online or iPad qui-here | HQ Scans thanks to Pattinson Life

6 Risposte

  1. Che bello vederlo così sicuro di sé: girare Cosmopolis e stare a contatto con Cronenberg lo hanno fatto maturare, gli hanno dato maggior consapevolezza di sé e delle sue capacità. Sono davvero orgogliosa di lui!

    10/05/2012 alle 12:36 AM

    • stasy76

      oddio mi sta venendo un “coccolone” credo che questa sia la più bella intervista che ha fatto Rob…cioè mii sono commossa, vederlo così cambiato, più sicuro nelle sue capacità mi riempie di orgoglio…non lo so spiegare a parole…è bellissima ♥

      10/05/2012 alle 8:37 AM

  2. stasy76

    oddio mi sta prendendo un “coccolone” credo che questa sia la più bella intervista di Rob…sentirlo parlare in questo modo mi riempie di orgoglio, dopo tanti anni che lo seguo posso dire che è una bellezza leggerlo sicuro di se e nel progetto che ha…sono commossa *_*

    10/05/2012 alle 8:42 AM

    • Quanto vi capisco sisterine!!! Mentre traducevo, mi emozionavo come se la sua evoluzione fosse anche mia!!! Lo adoro!!!!!!!!! Lo amo xD

      10/05/2012 alle 1:10 PM

  3. Roberto ci mette sempre d’accordo, quant’è adorabile ❤

    10/05/2012 alle 7:57 PM

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...